Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Featured
DA MANDANTE A MANDATO…

DA MANDANTE A MANDATO…

Immagine: Christopher Fragapane Come un leader di una banda ha trovato la salvezza in prigione. In prigione, ero un mandante. Il mandante fa parte dei ranghi più alti nel mondo delle bande perché ha il potere di decidere chi viene ferito (o ucciso) e chi no. Tutto è iniziato quando ero appena adolescente nel centro-sud di Los Angeles, ero il leader nei Locos di Rockwood Street. Mi sono creato una certa reputazione in strada rubando nelle case, scassinando auto, saccheggiando…

Read More Read More

PORTE APERTE “ALGERIA: CHIUDE LA PIÙ GRANDE CHIESA DEL PAESE!”

PORTE APERTE “ALGERIA: CHIUDE LA PIÙ GRANDE CHIESA DEL PAESE!”

NELLA FOTO: Riunione di una chiesa in Algeria – Non specifichiamo il luogo viste le pressioni e tensioni in corso.   I cristiani algerini stanno affrontando una sfida notevole alla loro libertà di fede, già compromessa dalle svariate discriminazioni a cui sono sottoposti. Negli ultimi mesi, infatti, stiamo assistendo a una serie di chiusure di chiese principalmente per mano delle amministrazioni locali, che destabilizzano la vita cristiana in Algeria. La settimana scorsa (venerdì), la più grande chiesa protestante in Algeria,…

Read More Read More

CHI È DIO

CHI È DIO

(1 Parte)   Matteo 16:14-16 … E voi, chi dite ch’io sia? 15 Simon Pietro, rispondendo, disse: 16 Tu sei il Cristo, il Figliuol dell’Iddio vivente. Spesso nel cammino cristiano ci si trova a parlare della propria esperienza con Cristo e sicuramente capita di chiedere al nostro interlocutore chi è Dio per lui, così come fece Gesù ai suoi discepoli al v.13. Ma c’è un’altra domanda che fa Gesù … È VOI CHI DITE CHI IO SIA? (V.14). Chi è…

Read More Read More

SVEZIA AL POSTO DEI CONTANTI, UN CHIP SOTTOPELLE

SVEZIA AL POSTO DEI CONTANTI, UN CHIP SOTTOPELLE

Apocalisse 13 16 E faceva sì che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla mano destra o sulla fronte; 17 e che nessuno potesse comprare o vendere se non chi avesse il marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.   Video tratto dalla trasmissione “Stasera Italia”  

PECHINO I RESIDENTI DEVONO SUPERARE IL TEST DI RICONOSCIMENTO FACCIALE PER NAVIGARE SU INTERNET

PECHINO I RESIDENTI DEVONO SUPERARE IL TEST DI RICONOSCIMENTO FACCIALE PER NAVIGARE SU INTERNET

Il regime cinese ha annunciato una nuova norma che impone ai residenti di sottoporsi ad un test di riconoscimento facciale per richiedere una connessione Internet tramite smartphone o computer. La regola verrà attuata dal 1 ° dicembre 2019. Inoltre, nessun telefono cellulare o numero di rete fissa può essere trasferito a un’altra persona privatamente. Questa norma altro non è che un’ulteriore restrizione ad una regola emanata nel 2015 quando il Ministero dell’Industria e dell’Information Technology (MIIT) cinese ha richiesto a…

Read More Read More

NEI MOMENTI PIÙ BUI

NEI MOMENTI PIÙ BUI

Il profeta Isaia ci avverte che negli ultimi giorni Dio “sconvolgerà il mondo“. Dichiara: “Ecco, il Signore vuota la terra e la rende deserta; ne sconvolge la faccia e ne disperde gli abitanti.” (Isaia 24:1). Secondo questa profezia, un giudizio improvviso sta arrivando sulla terra e cambierà tutto in un breve lasso di tempo. L’umanità sarà testimone di una rapida distruzione su una città e una nazione, e il mondo non sarà più lo stesso. Se sei attaccato a cose…

Read More Read More

PORTE APERTE “EMERGENZA SIRIA” (aggiornamento)

PORTE APERTE “EMERGENZA SIRIA” (aggiornamento)

Questi sono giorni particolari, impossibile non viverli insieme con quella parte del Corpo che in questo momento sta affrontando situazioni difficili. Certi di come ognuno di voi realizzi spiritualmente il peso che siamo chiamati a portare e l’amore che ci lega a quella parte di Chiesa che in questo momento è chiamata ad essere luce nelle tenebre vi continuiamo ad aggiornare, per essere sempre più uniti in Spirito con loro. La chiesa in Siria sta rispondendo in questi momenti difficili…

Read More Read More

PORTE APERTE “EMIRATI ARABI UNITI: 17 CHIESE LEGALMENTE RICONOSCIUTE AD ABU DHABI”

PORTE APERTE “EMIRATI ARABI UNITI: 17 CHIESE LEGALMENTE RICONOSCIUTE AD ABU DHABI”

NELLA FOTO: Dubai, capitale di uno dei 7 emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti.   Sono decenni che lo spazio negli edifici ecclesiastici rappresenta un problema per i cristiani degli Emirati Arabi Uniti (EAU), con un vero e proprio sovraffollamento delle funzioni religiose. Secondo quanto riportato dal sito di informazione AsiaNews, le autorità di Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti, hanno, nel corso della cerimonia ospitata lo scorso settembre dal Dipartimento Governativo per lo Sviluppo Comunitario, ufficialmente riconosciuto 17…

Read More Read More

VEDERE LA VITTORIA NELLA PROPRIA VITA

VEDERE LA VITTORIA NELLA PROPRIA VITA

(2 Parte)   1 Giovanni 5:4,5 4 POICHÉ TUTTO QUELLO CHE È NATO DA DIO VINCE IL MONDO; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede. 5 Chi è colui che vince il mondo, se non colui che crede che Gesù è il Figliuol di Dio?   Paolo e Sila vivevano tutto questo, non era solo una bella conoscenza, MA ERA LA LORO VITA; non vedevano il loro corpo flagellato, non vedevano i ceppi hai…

Read More Read More

PORTE APERTE “EMERGENZA SIRIA”

PORTE APERTE “EMERGENZA SIRIA”

EMERGENZA IN SIRIA!Dai 40 ai 50 mila cristianisi trovano coinvolti nel conflitto I cristiani siriani hanno urgente bisogno di preghiera e di sostegno mentre il conflitto si intensifica.Dai 40 ai 50 mila cristiani si trovano coinvolti nel conflitto, che si va via via intensificando, nella Siria settentrionale, mentre le truppe turche attaccano le forze guidate dai curdi.Le chiese partner di Porte Aperte si trovano sul posto, valutando e rispondendo ai bisogni immediati e prendendosi cura delle persone colpite dai combattimenti.Il…

Read More Read More

LA CINA COSTRINGE LE CHIESE A CANTARE L’INNO NAZIONALE

LA CINA COSTRINGE LE CHIESE A CANTARE L’INNO NAZIONALE

Alle chiese cattoliche gestite dallo stato cinese è stato ordinato di tenere eventi in cui i parrocchiani cantino l’inno nazionale cinese, preghino per la nazione e sventolino la bandiera cinese, scatenando l’indignazione tra gli altri cristiani locali. Il portavoce della persecuzione, China Aid, riferisce che prima della Giornata nazionale cinese del 1° Ottobre, l’Associazione patriottica cattolica cinese, un’organizzazione associata al governo cinese, e la Conferenza episcopale della Chiesa cattolica in Cina hanno rilasciato una dichiarazione in cui affermavano che i…

Read More Read More

IL PADRE TUO MANTIENE LE SUE PROMESSE

IL PADRE TUO MANTIENE LE SUE PROMESSE

Il Getsemani era il giardino in cui Gesù andò a pregare quando la sua prova lo schiacciò e la sua coppa lo sopraffece. Era il luogo in cui piangeva portando i suoi più profondi dolori davanti al Padre. E fu anche il luogo in cui vinse la battaglia su ogni principato e potenza del male. Alcuni cristiani oggi dicono: “La nostra non è una generazione di lacrime. Siamo stati chiamati a celebrare e ci viene comandato di prendere tutto per…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “HANNO DATO TUTTO PER GESÙ: LA STORIA DI HANNELIE”

DONNE CRISTIANE “HANNO DATO TUTTO PER GESÙ: LA STORIA DI HANNELIE”

Le foto di famiglia di Hannelie sul tavolo (1 -3 Parte) Hanno calcolato il costo. Sapevano che Cristo ne era degno, e volentieri misero le loro vite sulla breccia pagando il prezzo più alto. Hannelie sapeva di un attacco dei talebani a Kabul quel giorno. Nulla, tuttavia, l’aveva preparata al loro vero obiettivo. Mentre tornava a casa attraverso le strade strette e trafficate di Kabul il 29 novembre 2014, il suo autista ricevette una telefonata. Poté capire dalla sua espressione…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “ALIA UNA GIOVANE CRISTIANA”

DONNE CRISTIANE “ALIA UNA GIOVANE CRISTIANA”

Alia* è una giovane cristiana che viene dalla pianura di Niniveh. Un giorno, mentre si dirigeva verso la sua università, un gruppo di estremisti ha attaccato l’autobus sul quale viaggiava e molti dei suoi amici sono rimasti feriti. Successivamente, dopo lo scoppio della guerra, lei, come altri cristiani della zona, ha dovuto abbandonare la sua casa per trovare rifugio in un campo profughi. “Non ci era rimasto più nulla, nemmeno una fotografia”, racconta, “nonostante questo, quando sono arrivata al campo,…

Read More Read More

Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie