Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Browsed by
Categoria: TESTIMONIANZE

NOI ANDREMO IN PARADISO

NOI ANDREMO IN PARADISO

Yona Kanamuzeyi rimase sorpreso e non era sicuro di volere il lavoro. Dopo due anni passati nel Burundi a studiare presso il college teologico, egli aveva sperato di ritornare alla congregazione che aveva pasturato in precedenza nel Ruanda del Nord. Ora invece la chiesa gli aveva chiesto di andare a lavorare tra i profughi nel sud del Ruanda. La guerra nel Ruanda tra le tribù dei Tutsi e degli Hutu aveva lasciato molte persone senza casa. Nel 1960 il governo…

Read More Read More

SAREE, INDIA

SAREE, INDIA

 Saree ha 12 anni e viene da una zona rurale dell’India. È alta per la sua età, magra e ha un bel sorriso che mostra troppo poco. Spesso strizza gli occhi, il che dà al suo viso uno sguardo scuro, come se portasse con sé un carico pesante. Qualche mese prima che la incontrassimo i suoi genitori l’hanno costretta a scegliere tra Gesù e la sua famiglia, una decisione troppo grande per una ragazzina di quell’età. Alla fine suo padre…

Read More Read More

RUPESH, INDIA

RUPESH, INDIA

Rupesh, India è un cristiano appartenente a una tribù dell’India occidentale che ha a affrontato feroci persecuzioni a motivo della sua fede in Gesù. Come membro di un gruppo indigeno, era già emarginato dalla società, ma quando ha deciso di diventare un cristiano, abbandonando la fede tradizionale della sua tribù, è divenuto un emarginato tra gli emarginati. Tuttavia Rupesh è determinato a rimanere per brillare come una luce nel mezzo della sua comunità. “Solo così il nome di Dio si…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “AMIRA DONNA MUSULMANA”

DA DONNA A DONNA “AMIRA DONNA MUSULMANA”

Amira* è una ragazza musulmana che, per motivi di lavoro, un giorno si è trasferita da un piccolo villaggio a nord del Kirghizistan alla città. Lì ha incontrato dei cristiani che le hanno parlato di Gesù e dell’importanza della chiesa locale. Nonostante la distanza, i genitori ne sono venuti a conoscenza, per questo, con la scusa di tornare a fare visita alla famiglia, l’hanno convinta a rientrare al villaggio. Al suo arrivo è stata rinchiusa, picchiata e indotta a tornare…

Read More Read More

RAJ, INDIA

RAJ, INDIA

Raj, giovane indiano, è venuto alla fede quando aveva 16 anni, dopo aver assistito alla guarigione di sua madre da una malattia. Ora Raj ha 18 anni e ama raccontare agli altri di Gesù, anche se la sua nuova fede non è sempre ben accetta. Chiede di pregare anché possa trovare un buon lavoro per potersi prendere cura della sua famiglia, vista la mancanza del padre, deceduto qualche anno fa. “Alcuni dei miei parenti mi hanno accusato dicendo che sono…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “UN GIORNO NELLA VITA DI MEHREEN”

DA DONNA A DONNA “UN GIORNO NELLA VITA DI MEHREEN”

…dopo una lunga ma entusiasmante giornata, Mehreen torna a casa. È tardi e sua figlia probabilmente già dorme.   Mehreen porta la figlia nel letto, la guarda e prega per lei prima di lasciarla. La maggior parte dei giorni non sono così lunghi e Mehreen è in grado di ridere e giocare con la sua piccola. Ma oggi, a causa della pioggia pressante, ci è voluto molto tempo per rientrare a casa.   Mehreen scende di sotto, si riposa e…

Read More Read More

PASTORE RAMAN INDIA

PASTORE RAMAN INDIA

Pastore Raman, India Raman, 29 anni, è cresciuto in una famiglia di religione indù che si guadagnava da vivere attraverso rituali di magia nera. Nonostante la sua avversione nei confronti della religione, un giorno sentì parlare di Gesù e decise di seguirlo. Oggi, in mezzo all’intolleranza e alla violenza a motivo della sua nuova fede, condivide il Vangelo con le persone e si prende cura di alcune piccole chiese. “So che può essere pericoloso. So anche che potrei morire. Ma…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “UN GIORNO NELLA VITA DI MEHREEN”

DA DONNA A DONNA “UN GIORNO NELLA VITA DI MEHREEN”

(2 parte) …dopo aver accompagnato la figlia dalla nonna, Mehreen si dirige al lavoro. Vive in una zona conservatrice della città, quindi preferisce indossare un foulard in modo tradizionale. In questo modo evita problemi mentre aspetta che l’autobus di ALIVE passi a prenderla…  …Mehreen sale sull’autobus che viene ogni mattina per portare lei e un piccolo gruppo di ragazze a lavorare in sicurezza. Ci sono stati molti casi in questa città di ragazze cristiane costrette a convertirsi. I team di…

Read More Read More

GESÙ VERA RAGIONE PER VIVERE

GESÙ VERA RAGIONE PER VIVERE

“Dov’è Dio? Perché non si mostra? Com’è? Che cosa può fare per me?” Queste domande mi perseguitavano fin dall’infanzia. Il giorno in cui avevo interrogato mia madre, ella aveva risposto solamente: “Dio esiste… ed Egli punisce il male”. Queste parole mi avevano inquietato, poiché ero nato con un braccio paralizzato e mi chiedevo con angoscia perché Dio mi avesse punito in questa maniera. In seguito, mia madre aveva tentato di rassicurarmi dicendomi che Dio castigava soltanto le persone da dodici…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “UN GIORNO NELLA VITA DI MEHREEN”

DA DONNA A DONNA “UN GIORNO NELLA VITA DI MEHREEN”

(Parte 1) Mehreen prepara la colazione per la sua famiglia e il pranzo per il marito e la suocera prima di andare al lavoro. Mentre cucina, parla con Dio del giorno che la aspetta. Questi sono momenti speciali per Mehreen, mentre abbandona al Signore i suoi pensieri, i suoi piani e le sue preoccupazioni… …Mahreen sveglia la figlia per vestirla e farle fare la colazione.     Poi le da il pranzo al sacco prima di portarla dalla nonna paterna,…

Read More Read More

ASIA BIBI

ASIA BIBI

L’avvocato di Asia Bibi, Saif Ul Malook ha detto alla americana CNN che la donna è arrivata in Canada, dove vivono già da tempo i suoi cinque figli. Asia Bibi è riuscita a lasciare il Pakistan diretta in Canada, a distanza di mesi dalla definitiva conclusione della sua lunga battaglia giudiziaria. Ricordiamo che Asia fu accusata di blasfemia, e nel 2010 era stata condannata a morte. Il 31 ottobre 2018 è stata assolta dall’accusa di blasfemia dalla Corte suprema del…

Read More Read More

CHI LO HA CONVINTO

CHI LO HA CONVINTO

Un evangelista stava portando a termine una serie di conferenze contro l’ateismo. È sperava di convincere un suo vicino incredulo, che aveva accettato di ascoltarle. Alla fine dell’ultima serata, costui venne a trovarlo e gli confessò che un gran cambiamento si era prodotto in lui. Felicissimo e internamente un po’ lusingato, il predicatore gli chiese quale dei suoi discorsi lo aveva particolarmente colpito e illuminato. Il nuovo convertito lo guardò sorridendo: Dio mi ha convinto ieri sera non per mezzo…

Read More Read More

IL CARNEFICE PUBBLICO

IL CARNEFICE PUBBLICO

In una cittadina in cui ho vissuto, v’era un noto personaggio, che era conosciuto come il peggiore uomo della città. Era così spregevole e il suo linguaggio così orrendamente volgare, che nessun altro uomo malvagio della città poteva essergli paragonato. In Inghilterra esiste quello che è conosciuto come il carnefice pubblico, cioè colui che deve eseguire tutte le condanne a morte. Quest’uomo, che esercitava un così ignobile mestiere, venne ad un appuntamento con me e mi disse in seguito di…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “JAANVI”

DA DONNA A DONNA “JAANVI”

Jaanvi* non sa esattamente quanti anni ha, forse 37. Vive in un villaggio con circa 500 capanne. È sposata e ha quattro figli. È lo stendardo di Gesù in una zona senza edifici ecclesiastici, un faro che resiste alle ondate di persecuzioni che si abbattono su di lei, una madre che intercede per la sua famiglia e il suo villaggio. Jaanvi, cristiana da quando il Signore Gesù ha guarito due dei suoi figli, tiene a sapere che anche tu conosci…

Read More Read More

L’ERRORE DEL FARMACISTA

L’ERRORE DEL FARMACISTA

Un giorno un servitore del Signore stava evangelizzando all’aperto. Alcuni si erano fermati ad ascoltarlo, quando all’improvviso un uomo gridò: “È tutto sbagliato quello che dici. La Bibbia è falsa, non c’è né Dio e neppure il paradiso!”. Il servo del Signore non curante di quello che quell’uomo si era messo a gridare continuò a predicare agli astanti e poco dopo concluse la sua predica e le persone se ne andarono. Quell’uomo che aveva gridato quelle parole era un farmacista….

Read More Read More

Se sei interessato al contenuto scrivici saremo lieti di aiutarti, controlla prima che non ci sia il PDF a fine articolo.