Browsed by
Tag: musulmani

“Il sangue dei martiri è il seme della chiesa”

“Il sangue dei martiri è il seme della chiesa”

“Il sangue dei martiri è il seme della chiesa“. -Tertulliano Questa importantissima affermazione descrive ciò che sta accadendo in Egitto e in altre parti del mondo mentre seguaci di Cristo rifiutano di negarlo dinanzi alla morte. Un adolescente egiziano, Marqos, ha visto questa in prima persona. Suo padre, Baghat, fu giustiziato in strada da estremisti musulmani per non essersi convertito all’Islam. Invece di essere amareggiato, Marqos si è impegnato a vivere pienamente per Gesù a causa del martirio di suo…

Read More Read More

PORTE APERTE DA DONNA A DONNA “AYAN”

PORTE APERTE DA DONNA A DONNA “AYAN”

Nel Corno d’Africa, ragazze come Ayan, 19 anni, cristiana di origini somale, corrono concretamente il pericolo di essere forzate al matrimonio con uomini musulmani anziani nel tentativo di ricondurle in seno all’islam. Ayan ha consegnato la sua vita a Cristo nel 2015, dopo aver ascoltato in segreto da sua sorella narrazioni del Vangelo per sei anni. Dopo la sua conversione ha tentato di celare la sua fede, ma gli effetti trasformanti del Vangelo nella sua vita e la frequentazione con…

Read More Read More

8TRENT8 “Gesù sta incontrando devoti musulmani durante l’Haj”

8TRENT8 “Gesù sta incontrando devoti musulmani durante l’Haj”

Gesù sta incontrando devoti musulmani durante l’Haj (il pellegrinaggio tradizionale musulmano). Ali non era un buon musulmano. Era un alcolizzato. I suoi bambini terrorizzati lo guardavano mentre picchiava la moglie, Zehra. Si odiava per questo, così si trasferì lontano dalla sua famiglia in Arabia Saudita in modo che non potesse ferirli. Ha continuato a lottare col bere, ma aveva veramente deciso di cambiare. Così è andato sul Haj. Andò a cercare l’aiuto di Allah. Sperava di diventare un devoto musulmano….

Read More Read More

Porte Aperte “DEBORAH, CRISTIANA FINO ALL’ULTIMO RESPIRO”

Porte Aperte “DEBORAH, CRISTIANA FINO ALL’ULTIMO RESPIRO”

Deborah proviene da una famiglia musulmana di Maiduguri, Nigeria del Nord, cuore dell’insurrezione violenta di Boko Haram. Nel 2012 i terroristi uccisero suo marito davanti ai suoi occhi e rapirono le sue 2 figlie Tabitah (7) e Sarah (9); pochi mesi dopo in un altro attacco uccisero il suo unico figlio. “Si sono presi tutta la mia famiglia… Al pensiero delle mie figlie piango fino all’ultima lacrima… Il mio cuore è ferito e addolorato e le mie notti sono insonni,…

Read More Read More

Non puoi copiare il testo, controlla che non ci sia il PDF in download, se ti serve contattaci