IL PASSO DELLA SETTIMANA “ESSERE FORTIFICATI NELLA SUA GRAZIA”

IL PASSO DELLA SETTIMANA “ESSERE FORTIFICATI NELLA SUA GRAZIA”

2 Timoteo cap 2:1-6

 

“1 Tu dunque, figlio mio, attingi sempre forza nella grazia che è in Cristo Gesù 2 e le cose che hai udito da me in presenza di molti testimoni, trasmettile a persone fidate, le quali siano in grado di ammaestrare a loro volta anche altri.

3 Insieme con me prendi anche tu la tua parte di sofferenze, come un buon soldato di Cristo Gesù. 4 Nessuno però, quando presta servizio militare, s’intralcia nelle faccende della vita comune, se vuol piacere a colui che l’ha arruolato. 5 Anche nelle gare atletiche, non riceve la corona se non chi ha lottato secondo le regole. 6 L’agricoltore poi che si affatica, dev’essere il primo a cogliere i frutti della terra. 7 Cerca di comprendere ciò che voglio dire; il Signore certamente ti darà intelligenza per ogni cosa.

Questo prezioso capitolo utilizza delle affascinate metafore per illustrare l’ideale della vita e del servizio cristiano.

Paolo desidera che persone del suo calibro riprendano il lavoro che egli dovrà presto abbandonare a motivo del suo martirio.

In momenti di avversità, ostilità e persecuzioni, il servizio per Cristo richiede tre “D”:

  1. La dedicazione di un soldato
  2. La disciplina di un atleta
  3. La diligenza di un contadino

 Il soldato devoto è determinato a compiacere i suoi superiori.

Il suo impegno è di vitale importanza. Gli interessi personali passano in secondo piano.
Ubbidisce al comandante supremo e non fa guerre private. Non è solo nelle sofferenze (1 Pietro 5:9).

L’atleta obbediente è disciplinato e rispetta i regolamenti.

Mette il massimo dell’impegno per vincere.

Lotta secondo le regole senza l’uso di farmaci o altre sostanze illecite.
Deve essere in allenamento, mostrare lealtà alla squadra e all’allenatore, e comportarsi da professionista.

Il contadino o L’agricoltore (v.6)

– Esegue un lavoro paziente e duro (Giacomo 5:7).

– I risultati dipendono dal suo impegno (Proverbi 12:11).

– I risultati dipendono anche da fattori al di là del suo controllo (Marco 4:26-29).

– Lavora per un risultato che si avrà solo nel tempo. “Dio non paga il sabato” e neanche alla fine del mese! Chi ha orecchio da udire oda.

Possa il Signore concederci uno spirito di sapienza in tempi come questi.

Con amore sincero,

pastore Michele Strazzeri.

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box