Browsed by
Categoria: DONNE CRISTIANE

“DALLA FEDE BAHÁ’Í AL PORNO E POI DA “ALPHA” A GESÙ”

“DALLA FEDE BAHÁ’Í AL PORNO E POI DA “ALPHA” A GESÙ”

Immagine: Jonathan Bielaski (1 e 2 Parte) Dio è stato fedele durante tutto il mio tortuoso viaggio verso la completa resa. Sono sempre stata un tipo indipendente. Cresciuta in Caledonia, in Ontario, dalla terza elementare hanno iniziato a definirmi dotata, e da allora in poi sono stata profondamente consapevole che avrei dovuto “agire in modo intelligente”. Ho partecipato solo a cose che sapevo che avrei fatto bene e ho fatto del mio meglio per controllare tutti i fattori che avrebbero…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “IRAN ISTRUZIONE NEGATA”

DA DONNA A DONNA “IRAN ISTRUZIONE NEGATA”

Mary, così ama farsi chiamare Fatemeh Mohammadi, una giovane donna iraniana ex musulmana di 21 anni, ha dato il suo cuore a Cristo da adolescente e sa molto bene come ci si sente a essere cacciati via dall’università. Senza spiegazioni, hanno fatto in modo di non farle avere la tessera studentesca, senza la quale diventa impossibile partecipare alle lezioni e ancor meno tenere un esame. È successo poco tempo fa, alla vigilia dei suoi esami di lingua inglese. Questa, come…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “OBBLIGATI A STUDIARE IL CORANO”

DONNE CRISTIANE “OBBLIGATI A STUDIARE IL CORANO”

Cristiana ex musulmana di 39 anni e vedova, Sofia* vive in Nord Africa e sa che i suoi figli si troveranno a dover studiare il Corano lungo tutto il percorso scolastico, mentre lei si impegna a insegnare il Vangelo in casa. “Credo comunque che leggere il Corano non significhi automaticamente crederci. Di solito, quando qualcuno mi chiede come io sia diventata cristiana, rispondo: leggendo il Corano!” In Nord Africa ci sono alcune scuole cristiane ma spesso si trovano nelle città…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “DONNE CRISTIANE NELLA PERSECUZIONE”

DA DONNA A DONNA “DONNE CRISTIANE NELLA PERSECUZIONE”

Come spesso abbiamo detto, nei cinque Paesi della World Watch List 2019 in cui è più difficile vivere la fede cristiana (Corea del Nord, Afghanistan, Somalia, Libia e Pakistan), le donne hanno molte più probabilità, rispetto agli uomini, di cadere vittime di violenza sessuale. Sebbene questo tipo di violenza sia uno degli strumenti di persecuzione principalmente utilizzati verso le donne cristiane, i governi, le istituzioni e i singoli individui possiedono altri mezzi per molestare. Il Rapporto sulla persecuzione di genere…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “SANNA INDIA”

DONNE CRISTIANE “SANNA INDIA”

Sanna* è una giovane cristiana indiana. Quando la sua famiglia è venuta alla fede, dopo la guarigione miracolosa della mamma da una malattia terminale, ha dovuto affrontare pressanti persecuzioni da parte di tutta la comunità. Per due anni, alle famiglie cristiane, è stato proibito di visitare le altre case del villaggio, con la minaccia di ricevere 10.000 di rupie di multa (l’equivalente di due mesi di stipendio medio). Grazie alle vostre preghiere e al vostro sostegno, alcuni partner locali di…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “ROSI 12 ANNI TROVARE MAMMMA IN PRIGIONE”

DA DONNA A DONNA “ROSI 12 ANNI TROVARE MAMMMA IN PRIGIONE”

Il più delle volte sono proprio i bambini i primi a raccontare delle molestie e delle persecuzioni nei confronti dei loro genitori. Rosi aveva 12 anni quando andò a trovare la madre, arrestata insieme ad altri cristiani a causa della sua fede in Gesù. Mentre si trovava nella casa della zia, Rosi e i suoi fratelli, a turno, pregavano per la liberazione della mamma. Josue, fratello di Rosi, al momento dell’arresto della madre aveva 9 anni. Ha condiviso con noi…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “AIDA ANCHE IN MESSICO LA PERSECUZIONE”

DA DONNA A DONNA “AIDA ANCHE IN MESSICO LA PERSECUZIONE”

Anche in Messico i cristiani sono perseguitati per la loro fede. Specialmente nelle zone rurali, coloro che decidono di seguire Gesù affrontano vessazioni, incarcerazioni ed espulsioni dalle proprie comunità. I pastori sono minacciati, rapiti o perfino uccisi per lo più per mano della criminalità organizzata. Aida* è una cristiana messicana del Chiapas e madre di 5 figli. Suo marito lavora a Jalisco, un altro stato del Messico, a motivo dei salari più elevati e visita la famiglia ogni 9 mesi….

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “QUELLE BOMBE CHE MI HANNO PORTATO A CRISTO”

DONNE CRISTIANE “QUELLE BOMBE CHE MI HANNO PORTATO A CRISTO”

  La”Napalm Girl” di una famosa foto della guerra del Vietnam racconta come ha conosciuto il Signore. Avrai sicuramente visto la mia foto. È un’immagine che ha fatto sussultare il mondo, un’immagine che ha definito la mia vita. Immagine: Nick Ut / AP Images   Ho nove anni e corro lungo una stradina piena di pozzanghere di fronte a un soldato inespressivo, le braccia distese, nuda, urlando per il dolore e la paura, il contorno scuro di una nuvola di…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “HANNO DATO TUTTO PER GESÙ: LA STORIA DI HANNELIE”

DONNE CRISTIANE “HANNO DATO TUTTO PER GESÙ: LA STORIA DI HANNELIE”

Le foto di famiglia di Hannelie sul tavolo   Hanno calcolato il costo. Sapevano che Cristo ne era degno, e volentieri misero le loro vite sulla breccia pagando il prezzo più alto. Hannelie sapeva di un attacco dei talebani a Kabul quel giorno. Nulla, tuttavia, l’aveva preparata al loro vero obiettivo. Mentre tornava a casa attraverso le strade strette e trafficate di Kabul il 29 novembre 2014, il suo autista ricevette una telefonata. Poté capire dalla sua espressione e dal…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “ALIA UNA GIOVANE CRISTIANA”

DONNE CRISTIANE “ALIA UNA GIOVANE CRISTIANA”

Alia* è una giovane cristiana che viene dalla pianura di Niniveh. Un giorno, mentre si dirigeva verso la sua università, un gruppo di estremisti ha attaccato l’autobus sul quale viaggiava e molti dei suoi amici sono rimasti feriti. Successivamente, dopo lo scoppio della guerra, lei, come altri cristiani della zona, ha dovuto abbandonare la sua casa per trovare rifugio in un campo profughi. “Non ci era rimasto più nulla, nemmeno una fotografia”, racconta, “nonostante questo, quando sono arrivata al campo,…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE “HO CONDIVISO IL VANGELO CON IL MIO STUPRATORE”

DONNE CRISTIANE “HO CONDIVISO IL VANGELO CON IL MIO STUPRATORE”

Gwynneth Pugh  Jones aveva solo 18 anni quando ha vissuto un’esperienza così traumatica da farla sentire come se “non potesse mai più rivolgere gli occhi verso Dio”. L’infermiera (all’epoca dei fatti tirocinante) era, come racconta lei stessa “abbastanza ingenua”, ed era diventata buona amica di un uomo (ha scelto non rivelare il nome). Quest’uomo la portò fuori a cena, approfittando di una sera in cui sapeva che tutti i coinquilini di Gwinneth erano fuori; la riaccompagnò a casa e provò…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “LA CAFFETTERIA CHE DONA SPERANZA”

DA DONNA A DONNA “LA CAFFETTERIA CHE DONA SPERANZA”

Benvenuti alla “dhaba” di Saba*, la caffetteria che dona speranza alle donne cristiane perseguitate in India. Saba è una vedova cristiana e madre di tre figli in un villaggio remoto indiano. Insieme ad altre donne cristiane perseguitate ha una piccola “dhaba”, una caffetteria che permette loro di sopravvivere. Tramite alcuni partner locali di Porte Aperte/Open Doors hanno potuto ristrutturare il locale e ricevere una formazione per gestire al meglio l’attività. “A motivo della nostra fede in Gesù siamo stati boicottati…

Read More Read More

DONNE CRISTIANE: COME HO IMPARATO AD AMARE LA MIA “BABY BOKO HARAM”

DONNE CRISTIANE: COME HO IMPARATO AD AMARE LA MIA “BABY BOKO HARAM”

Esther è stata rapita dai Boko Haram da adolescente e costretta al “matrimonio” con un combattente islamista. Attraverso un programma volto a curare i traumi gestito da Open Doors ha riscoperto speranza e dignità. Spiega Erin James Esther aveva 16 anni quando gli estremisti di Boko Haram attaccarono il suo villaggio nello stato di Borno, in Nigeria. Esther e suo padre hanno cercato di scappare. I militanti hanno colpito suo padre uccidendolo. Portarono Esther nella foresta con molte altre giovani…

Read More Read More

DA DONNA A DONNA “DONNE CRISTIANE NELLA REGIONE DEL GOLFO”

DA DONNA A DONNA “DONNE CRISTIANE NELLA REGIONE DEL GOLFO”

Le donne cristiane, specialmente nei paesi musulmani più radicali, desiderano avere comunione fraterna. “Stare insieme ci tiene collegate alla verità, ci incoraggia ad andare avanti e a confessare il nome di Gesù nel mondo non cristiano che ci circonda”. “È illegale condividere Gesù con i nostri vicini, ma se non lo facciamo… moriremo. Se siamo perseguitate, se perdiamo il lavoro, se veniamo espulse dal nostro Paese va bene. Ne sopporteremo le conseguenze. Ciò che ci sembra impossibile e soffocante è…

Read More Read More

LEAH SHARIBU È VIVA

LEAH SHARIBU È VIVA

Leah Sharibu è viva! Questo è quanto ha affermato il governo della Nigeria lo scorso fine settimana. L’assistente del Presidente Muhammadu Buhari, Garba Shehu, ha dichiarato che il governo è in contatto con l’ISWAP e non rinuncerà a Leah, continuando le trattative per il suo rilascio. Ringraziamo il Signore per questa notizia e chiediamo di continuare a pregare per il governo nigeriano, affinché abbia saggezza e perseveranza nella gestione del caso.   Leggi altre notizie su LEAH SHARIBU   Fonte:…

Read More Read More

Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box