Sfogliato da
Tag: Siria

PORTE APERTE “DANNEGGIATO L’EDIFICIO DI UNA CHIESA IN SIRIA: PERICOLO NUOVA INVASIONE TURCA?”

PORTE APERTE “DANNEGGIATO L’EDIFICIO DI UNA CHIESA IN SIRIA: PERICOLO NUOVA INVASIONE TURCA?”

NELLA FOTO: La zona in cui si trova la chiesa colpita La chiesa di Tell Tawil, un piccolo villaggio a nord-est della Siria, è stata gravemente danneggiata da un bombardamento avvenuto il 28 maggio scorso. Il villaggio, a maggioranza cristiana e ormai quasi abbandonato, aveva già visto, nel corso degli ultimi anni, i suoi abitanti fuggire davanti alla minaccia dell’estremismo islamico. Oggi, con il reale rischio di un’invasione turca, difficilmente vi faranno ritorno. Ora che i giornali hanno smesso di…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “SIRIA: ABBIAMO DOVUTO SOSPENDERE GLI INCONTRI NELLE CHIESE”

PORTE APERTE “SIRIA: ABBIAMO DOVUTO SOSPENDERE GLI INCONTRI NELLE CHIESE”

Da giorni il nord-est della Siria è testimone di feroci scontri tra le FDS – Forze Democratiche Siriane (una coalizione tra milizie di diversa estrazione, costituitasi durante la guerra civile siriana a difesa dell’Amministrazione Autonoma del Nord e dell’Est della Siria) e lo Stato islamico. Le ostilità hanno avuto inizio lo scorso 20 gennaio, quando un gruppo di jihadisti ha assaltato il carcere di Gweiran, nella città di Al-Hasakah, dove l’esercito curdo tiene prigioniere circa 3.500 persone e di cui una…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “SIRIA: DA FIGLIO DI UNO SCEICCO A FIGLIO DI DIO”

PORTE APERTE “SIRIA: DA FIGLIO DI UNO SCEICCO A FIGLIO DI DIO”

NELLA FOTO: Il giovane siriano Anwar* mentre impugna la sua Bibbia Anwar*, ragazzo siriano di 25 anni, proviene da una ricca famiglia alawita molto religiosa. Suo padre, infatti, è uno sceicco e un rispettato leader islamico. È stato a motivo della sua conversione al cristianesimo che questo giovane ha sperimentato il rigetto sia della famiglia sia della comunità in cui vive. Un giovane solitario ritrova la gioia Anwar ha ricordi cupi della sua infanzia: “Non avevo molti amici e passavo…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “SIRIA: OSPEDALI PIENI E MANCANZA DI OSSIGENO”

PORTE APERTE “SIRIA: OSPEDALI PIENI E MANCANZA DI OSSIGENO”

NELLA FOTO: Un membro dello staff di un Centro di Speranza in Siria Come se la devastazione della guerra non bastasse. Dopo 9 anni di guerra civile, è arrivato anche il covid-19 in Siria. E a un anno dall’inizio della pandemia, è ancora lì: ma la verità non viene raccontata. Abbiamo chiesto informazioni alla rete di chiese siriane che conosciamo: in molti hanno visto parenti o amici morire di Covid. Altri stanno lottando per la loro vita. Eppure, secondo le…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “SIRIA: 10 ANNI DI GUERRA E TANTE CONVERSIONI A GESÙ”

PORTE APERTE “SIRIA: 10 ANNI DI GUERRA E TANTE CONVERSIONI A GESÙ”

NELLA FOTO: Esther e Samuel (pseudonimi), coppia siriana giunta alla fede in Gesù in Libano La giornata del 15 marzo 2021, ha segnato 10 anni dallo scoppio della guerra in Siria, conflitto che ha portato i cristiani di quei luoghi a soffrire oltremisura. Nonostante le difficoltà, però, la Chiesa è rimasta ferma, continuando a brillare nell’oscurità e assistendo coloro che, nel mezzo della disperazione, si continuano a rivolgere a Cristo. Sono in molti, infatti, i siriani che stanno scoprendo e…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “ABDALLAH, PASTORE SIRIANO BLOCCATO IN GERMANIA”

PORTE APERTE “ABDALLAH, PASTORE SIRIANO BLOCCATO IN GERMANIA”

NELLA FOTO: La moglie del pastore e i loro due figli Mentre il mondo affrontava l’emergenza Covid-19 e i collegamenti internazionali erano interrotti per la cancellazione dei voli e la chiusura degli aeroporti, in molti si trovavano lontano da casa. Tra questi anche il pastore siriano Abdallah, ospite alla conferenza nazionale della nostra missione nel 2019, bloccato in Germania senza la possibilità di rientrare in Siria dalla propria famiglia e dalla chiesa. La situazione è insolita, i bisogni sono tanti…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “SIRIA: SPERANZA NELLE TENEBRE”

PORTE APERTE “SIRIA: SPERANZA NELLE TENEBRE”

NELLA FOTO: Vista del cortile di Mourad* attraverso il foro di un proiettile nella porta d’ingresso Nel mezzo del tormento siriano, uomini e donne si rimboccano le maniche con un desiderio comune: “E se ogni chiesa potesse diventare un Centro di Speranza per questo Paese?”. La Siria ha convissuto con la guerra civile per più di nove anni, uno dei conflitti più sanguinosi della sua storia. Oggi, alla situazione di emergenza, si aggiunge una profonda crisi sanitaria ed economica. Nonostante le terribili…

Leggi tutto Leggi tutto

Se sei interessato ad un articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Lo Staff Grazie