CON SEGNI E PRODIGI

CON SEGNI E PRODIGI

Ci vuole ben più del rigore accademico per vincere il mondo a Cristo.

La sola dottrina seppur corretta non è abbastanza. La proclamazione e l’insegnamento non sono abbastanza.

Dio deve essere invitato a “confermare la Sua parola con segni e prodigi” (leggi Ebrei 2:4). In altre parole, il Vangelo deve essere predicato con il coinvolgimento dello Spirito Santo mandato giù dal cielo.

Gli apostoli pregarono Dio di fare cose soprannaturali. Essi volevano che la gente capisse che il loro credo era più che teoretico e di posizione.

C’era potere in questa fede. “Oh Dio, stendi la tua mano, opera insieme a noi in tutto questo”.

Essi volevano una fede che fosse ovviamente viva, una fede basata non solo sulla croce ma anche sulla tomba vuota.

La croce, commovente com’è, è incomprensibile da una prospettiva umana; un uomo innocente che venne ucciso da politici corrotti e capi religiosi. Ma della tomba vuota, cosa puoi dire? Solo un Dio soprannaturale poté compierlo.

In troppe chiese oggi, la gente non vede le manifestazioni del potere di Dio in risposta alle ferventi preghiere. Al contrario, ascoltano argomentazioni circa le questioni teoretiche che interessano solo a pochi. Per le radio e le televisioni Cristiane parliamo spesso solo ed esclusivamente di noi stessi.

Ciò con cui stiamo avendo a che fare oggi è un “voto di religione” tipico del Vecchio Testamento facendo ripetizioni senza fine e obbedendo a comandi per fare la cosa giusta. Ognuno dice si, ma prontamente rompe il voto nell’arco di due giorni.

C’è poca dipendenza al potere di Dio per poter fare la differenza. C’è poco della chiamata di Dio per poterci far rivoluzionare in modo soprannaturale.

Gesù sta dicendo oggi, come disse alla chiesa di Sardi: “Tu hai fama di vivere, ma sei morto. Sii vigilante e rafforza il resto che sta per morire; poiché non ho trovato le tue opere perfette davanti al mio Dio… Perché, se non sarai vigilante, io verrò come un ladro, e tu non saprai a che ora verrò da te. Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 3:1-3, 6).

Non sto facendo alcun melodramma né della scena per stimolare in voi delle emozioni. Ma sono a favore, come lo erano gli apostoli, di chiedere a Dio di stendere la Sua mano e manifestarSi.

 Jim Cymbala

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box