LE COLLINE DELLA BIBBIA

LE COLLINE DELLA BIBBIA

aspirano a quattro Record del Mondo

Un messaggio scritto nelle montagne dove si legge: “Ciudad Juàrez, la Bibbia è la verità, leggila”, è divenuta un’icona rappresentativa per 31 anni.

Ciudad Juàrez, la Bibbia è la Verità, leggila”.

Questo messaggio, visibile da kilometri sulle montagne nel Chihuahua (Messico) è divenuta un’icona rappresentativa della città per 31 anni.

Anche se Ciudad Juàrez è nota per il suo alto tasso di criminalità, c’è “un’ altra Juàrez”, dove i simboli come questo collegano Ciudad Juàrez con il messaggio di speranza della Bibbia.

Le “Colline della Bibbia” sono state create come progetto che rappresentasse l’unità tra le chiese evangeliche della città nel 1987.

La scritta è costituita da pietre, ed è periodicamente ritoccata con calce viva. I rifiuti che si accumulano spesso nei dintorni delle lettere e nella zona vengono sistematicamente rimossi, spiega Gabriel Andavazo, un pastore di Ciudad Juàrez che è attualmente incaricato alla manutenzione del monumento.

Il 14 Settembre, circa duecento persone hanno partecipato alla ristrutturazione di ogni singola lettera “La Bibbia è la verità, leggila”.

QUATTRO RECORD DEL MONDO

I curatori del monumento adesso sperano di ottenere un riconoscimento internazionale con quattro possibili record: L’invito più grande del mondo di leggere la Bibbia, la scritta che copre lo spazio più grande (30,000 metri quadri), la scritta dipinta a mano dal più gran numero di persone (circa 200), e la scritta con le lettere più grandi nel mondo (lunghe più di 50 metri).

Tutti i file necessari e i certificati per ottenere i record, verranno raccolti e inviati allo staff del Guinness Record per essere controllati.

 

“SOLO UN PASSO DELLA BIBBIA”

Ottenere il riconoscimento come i creatori del più grande invito a leggere la Bibbia è sicuramente motivo di gioia, ma “il record del mondo non è la cosa più importante”, dice Andavazo, “far conoscere a ognuno anche un solo passo della Bibbia è il più grande record fatto da Dio”.

Molti hanno testimoniato che hanno incominciato a leggere la Bibbia e avvicinarsi a Dio grazie all’invito scritto sulle colline, che inoltre sono divenute meta turistica, alle volte obbligatoria, per coloro che visitano la città.

All’inizio di questo mese, il sindaco di Ciudad Juàrez ha ringraziato le comunità evangeliche per il messaggio positivo che il monumento comunica alla città.

GRUPPI LOCALI CONTRO IL PROGETTO

Ma ci sono sempre dissidenti. Un gruppo locale chiamato “Punta di lancia” cerca di fermare la proposta di ottenere i record per le “Colline della Bibbia”.

Tre decadi dopo, il gruppo attacca dichiarando che un progetto così monumentale ha un impatto ambientale negativo nelle montagne dello Juàrez, anche se non è un’area protetta dal governo federale.

“Punta di lancia” ha chiesto allo staff del Guinnes dei record di considerare il messaggio come “la distruzione di un’area naturale nelle montagne dello Juàrez”, e di mettere “una valutazione dettagliata dei danni provocati all’ambiente negli ultimi 30 anni”.

Il pastore Andavazo ha risposto che 31 anni dopo, sarebbe impossibile valutare l’impatto ambientale dell’iniziativa. Lui assicura che è dimostrato che la calce viva dipinta è innocua per l’ambiente.

Il pastore conferma che le persone che periodicamente si occupano della manutenzione ogni due o tre anni sono attente a non rovinare il luogo e inoltre aggiunge “Se non rimuovessimo puntualmente tutti i rifiuti che si accumulano, (due camion pieni), ci sarebbe certamente un danno ecologico”.

Il gruppo evangelico ha provato di contattare i leader di “Punta di lancia” per spiegare la loro posizione dicendo che sono disposti a “riparare il danno qualora venisse dimostrato che ce ne sia stato qualcuno”. Ciò nonostante, l’organizzazione ha rifiutato l’inizio di un dialogo.

 

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box