DA DONNA A DONNA “AIDA ANCHE IN MESSICO LA PERSECUZIONE”

DA DONNA A DONNA “AIDA ANCHE IN MESSICO LA PERSECUZIONE”

Anche in Messico i cristiani sono perseguitati per la loro fede. Specialmente nelle zone rurali, coloro che decidono di seguire Gesù affrontano vessazioni, incarcerazioni ed espulsioni dalle proprie comunità. I pastori sono minacciati, rapiti o perfino uccisi per lo più per mano della criminalità organizzata.

Aida* è una cristiana messicana del Chiapas e madre di 5 figli. Suo marito lavora a Jalisco, un altro stato del Messico, a motivo dei salari più elevati e visita la famiglia ogni 9 mesi.

Quando Aida è stata messa in prigione a motivo della sua fede suo marito era lontano da casa e 3 dei suoi figli raccontano i difficili momenti vissuti in famiglia. Il più delle volte sono proprio i bambini i primi a raccontare delle molestie e delle persecuzioni verso i cristiani nelle zone rurali.

Porte Aperte/Open Doors ha provveduto un aiuto legale per Aida, ora libera, e un supporto per i figli, affinché gestissero e superassero il trauma di quanto vissuto.

*pseudonimo

 

Porte Aperte Italia

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box