Browsed by
Tag: Islam

PORTE APERTE “SIRIA: DA FIGLIO DI UNO SCEICCO A FIGLIO DI DIO”

PORTE APERTE “SIRIA: DA FIGLIO DI UNO SCEICCO A FIGLIO DI DIO”

NELLA FOTO: Il giovane siriano Anwar* mentre impugna la sua Bibbia Anwar*, ragazzo siriano di 25 anni, proviene da una ricca famiglia alawita molto religiosa. Suo padre, infatti, è uno sceicco e un rispettato leader islamico. È stato a motivo della sua conversione al cristianesimo che questo giovane ha sperimentato il rigetto sia della famiglia sia della comunità in cui vive. Un giovane solitario ritrova la gioia Anwar ha ricordi cupi della sua infanzia: “Non avevo molti amici e passavo…

Leggi tutto Leggi tutto

ERO UN FERVENTE EVANGELISTA PER L’ISLAM. ORA STO VIVENDO IL LIBRO DEGLI ATTI

ERO UN FERVENTE EVANGELISTA PER L’ISLAM. ORA STO VIVENDO IL LIBRO DEGLI ATTI

(Parte 1-6) Immagine: Illustrazione di Rick Szuecs / Immagine fonte: Tanner Ross / Carolyn V / Unsplash / Bisualphoto / Envato Sono cresciuto in una famiglia musulmana sulla costa del Kenya. Mio padre era un imam e io ero uno dei muezzin (musulmani che chiamano gli altri a pregare cinque volte al giorno) in una moschea locale. L’unica scuola che abbia mai frequentato è era quella per istruire i giovani sulle vie dell’Islam e per aiutarli a crescere come musulmani….

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “YEMEN: CONVERSIONI SEGRETE E SOCIAL NETWORK”

PORTE APERTE “YEMEN: CONVERSIONI SEGRETE E SOCIAL NETWORK”

NELLA FOTO: Villaggio di Manakha, situato a ovest dello Yemen Isolati a motivo della guerra civile, dell’Islam radicale e della posizione geografica del Paese, i cristiani yemeniti possono essere classificati come seguaci di Cristo posti ai confini della terra. Eppure, nonostante l’abbandono della religione islamica venga considerato un crimine che merita la morte, qualcosa di straordinario sta accadendo anche lì. Conosci il Khawlan? Il Khawlan è una regione semi-desertica situata a nord del Paese, vicino al confine con l’Arabia Saudita,…

Leggi tutto Leggi tutto

ADOLESCENTE IMPRIGIONATA IN UN MATRIMONIO FORZATO SCOPPIA IN LACRIME DOPO LA SENTENZA DEL GIUDICE

ADOLESCENTE IMPRIGIONATA IN UN MATRIMONIO FORZATO SCOPPIA IN LACRIME DOPO LA SENTENZA DEL GIUDICE

Un’adolescente cristiana pakistana è scoppiata a piangere dopo aver sentito le dichiarazioni di un giudice che ritiene valido il suo matrimonio forzato e la conversione all’Islam. Maira Shahbaz è stata rapita e minacciata con una pistola ad aprile da un anziano musulmano, Mohamad Nakash, e poi costretta a sposarlo. Più tardi, a luglio, un imam locale ha emesso un’ingiunzione che invalidava il matrimonio e alla fine Maira è stata autorizzata a vivere in un centro di accoglienza per donne fino…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “SUDAN: SARÀ PRESTO ABOLITA LA PENA DI MORTE PER APOSTASIA?”

PORTE APERTE “SUDAN: SARÀ PRESTO ABOLITA LA PENA DI MORTE PER APOSTASIA?”

NELLA FOTO: Una chiesa del Sudan Il governo di transizione del Sudan sta attualmente lavorando a importanti riforme legislative nel campo della libertà religiosa. Tra queste vi è anche l’abolizione della pena di morte prevista per chi abbandona l’islam per abbracciare una fede diversa e lo scioglimento delle Commissioni ecclesiastiche nominate dallo Stato. Il sistema giuridico sudanese si fonda sulla sharia (la legge islamica). L’articolo 126 del Codice penale, risalente al 1991 e ancora in vigore, prevede la pena di…

Leggi tutto Leggi tutto

PORTE APERTE “ASIA CENTRALE: PUNITI DALLA PROPRIA FAMIGLIA”

PORTE APERTE “ASIA CENTRALE: PUNITI DALLA PROPRIA FAMIGLIA”

NELLA FOTO: Un pastore e le sue pecore al pascolo in Asia Centrale   “Hai accettato il Dio straniero!”, urlavano furiosamente i suoi familiari dopo il suo battesimo. La scelta di Khan* di seguire Gesù è costata a lui e a sua moglie Aselya* la rabbia della famiglia e la perdita di tutto il loro bestiame. “Sono venuto a dividere… e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua”, dice Gesù nel Vangelo di Matteo 10:34-36. Khan e Aselya stanno…

Leggi tutto Leggi tutto

DA DONNA A DONNA “LINA”

DA DONNA A DONNA “LINA”

Siria – 11°posizione della World Watch List Per raccontarvi questa storia useremo gli pseudonimi Lina, Rasha e Rahaf, perché sapete quanto sia pericoloso per un musulmano diventare cristiano in Siria. Lina è originaria di Raqqa, città dove è cresciuta, si è sposata e ha dato al mondo le sue figlie. È stata la perdita del marito 12 anni fa, prima dello scoppio della guerra, a procurarle le prime difficoltà. Le aspettative nei confronti di una vedova nella società islamica siriana,…

Leggi tutto Leggi tutto

Se sei interessato ad un articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Lo Staff Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box