UN DISTRETTO SCOLASTICO VIETA A UNA BAMBINA DI 9 ANNI DI INDOSSARE LA MASCHERINA CON SU SCRITTO “GESÙ MI AMA”, MA LA SUA FEDE STA AVENDO UN GRANDE IMPATTO

UN DISTRETTO SCOLASTICO VIETA A UNA BAMBINA DI 9 ANNI DI INDOSSARE LA MASCHERINA CON SU SCRITTO “GESÙ MI AMA”, MA LA SUA FEDE STA AVENDO UN GRANDE IMPATTO

Fonte immagine: Alliance Defending Freedom

Una ragazzina voleva condividere la sua fede indossando una mascherina con su scritto un messaggio, non si sarebbe mai aspettata che fosse un problema a scuola, ma è quello che è successo.

Lydia Booth ha detto all’Alliance Defending Freedom (allenza in difesa delle libertà) (ADF) che le piaceva semplicemente indossare la mascherina per mostrare la sua fede in Gesù. Ha anche detto: “Mi fa sentire come se fossi protetta da Gesù”.

Ha dichiarato che credeva che gli altri avrebbero pensato che fosse una bella mascherina, e che Gesù è un grande Dio e un grande Salvatore.

I funzionari della scuola le hanno detto che non poteva indossarla a causa di una politica che non consente mascherine con messaggi politici o religiosi. Tuttavia, la madre di Lydia, Jennifer, ha controllato il manuale e il codice di abbigliamento e non ha trovato quella restrizione.

Ha anche scoperto che le mascherine con loghi sportivi e altri messaggi come “Black Lives Matter” erano consentite.

La famiglia Booth ha contattato ADF per chiedere aiuto e ha intentato una causa contro il suo distretto scolastico.

L’ADF ha ricordato al sistema scolastico che non si può scegliere quali messaggi gli studenti possono esprimere e quali no. E di certo non possono escludere il messaggio religioso o penalizzarlo rispetto ad altri tipi di messaggio.

Tuttavia, Dio sta usando la lotta di Lydia per toccare le vite di altri bambini, provocando reazioni positive nei suoi compagni di scuola.

Uno dei compagni di classe di Lydia quando ha visto la sua mascherina e ne voleva una uguale. La sorella maggiore di un altro amico, dopo aver saputo del caso, ha deciso di leggere la Bibbia.

E l’ADF riferisce che due sorelle hanno inviato “note commoventi e incoraggianti” alla piccola Lydia.

“È importante per i miei figli vedere altri bambini essere testimoni di Cristo e subire persino persecuzioni a causa di questo”, ha scritto la loro madre.

Tratto da: 1.cbn.com
close
I commenti sono chiusi.
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box