8TRENT8 “UNA BAMBINA INDIANA DI NOVE ANNI, FIGLIA DI CRISTIANI, È STATA RAPITA E POI UCCISA.”

8TRENT8 “UNA BAMBINA INDIANA DI NOVE ANNI, FIGLIA DI CRISTIANI, È STATA RAPITA E POI UCCISA.”

Una bambina di nove anni di una famiglia indiana che si era da poco convertita al cristianesimo è stata assassinata (e probabilmente violentata prima) domenica 5 agosto, nello stato del Punjab.

La ragazza stava giocando con i suoi amici nella città di Gurdaspur, vicino al confine con il Pakistan, quando si dice che un ragazzo di 15 anni l’abbia adescata dandole una guava (frutto esotico molto gustoso); è stata quindi rapita, violentata e strangolata con un filo telefonico.

I cristiani locali hanno riferito al World Watch Monitor che ci sono state crescenti azioni anti-cristiane nell’area, da parte di gruppi indù e sikh, dopo che un certo numero di famiglie si è convertito al cristianesimo.

L’India ha assistito ad un’ondata crescente di violenze anticristiane negli ultimi anni, con un notevole aumento da quando il nazionalista indù di Narendra Modi BJP è salito al potere nel 2014.

Tuttavia, lo stato del Punjab era stato largamente risparmiato da tale violenza. Dopo l’omicidio di un pastore nella città Punjab di Ludhiana l’anno scorso, un cristiano locale ha dichiarato al World Watch Monitor: “Lo stato del Punjab era molto sicuro per i cristiani in India. Ci sono sikh che vivono qui e anche loro rappresentano una minoranza religiosa in India come noi e mai prima d’ora abbiamo avuto minacce. Siamo tutti scioccati da questo avvenimento e ci chiediamo come sia potuto accadere una cosa simile.

Lo stato del Tamil Nadu nel sud ha subito il maggior numero di attacchi per motivi religiosi e la violenza continua a diffondersi; World Watch Monitor ha riportato un aumento di incidenti nei due stati meridionali del Telugu la scorsa settimana, Telangana e Andhra Pradesh.

Gli stati con le cosiddette “leggi anti-conversione” sono quelli in cui la violenza è stata particolarmente aspra.

Queste leggi, anche se a prima vista mirano a impedire conversioni forzate, in effetti scoraggiano tutte le conversioni. Gli accusati di tentare di convertire gli altri in un’altra religione spesso subiscono violenze da parte della mafia.

Gli stati con tali leggi sono: Uttarakhand, Odisha, Madhya Pradesh, Chhattisgarh, Himachal Pradesh, Gujarat e Jharkhand.

Quando il Jharkhand divenne il sesto stato indiano ad approvare la legislazione nell’agosto dello scorso anno, i leader della chiesa protestarono contro il governo guidato dal Bjp, accusandolo di affrettare la legge, che fu proposta e approvata lo stesso giorno.

Il BJP è il partito di governo in sei dei sette stati ad adottare tale legislazione.

 

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box