COSA PORTÒ GESÙ AD AGIRE

COSA PORTÒ GESÙ AD AGIRE

Gran parte dei cristiani di oggi piace pensare che, come Gesù, essi vengano “mossi a compassione”.

Durante la sua vita sulla terra, Gesù fu l’incarnazione della compassione di Dio. La Scrittura dice frequentemente che Cristo veniva: “mosso a compassione” dalle sofferenze della gente. E se era così nel primo secolo, che grande afflizione dovrà provare il cuore del nostro Signore oggi.

La Bibbia ci dice: “Le sue compassioni non sono esaurite” (Lamentazioni 3:22). “Ma tu, o Signore, sei un Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco in benignità e verità” (Salmo 86:15).

La compassione è più che sola pietà o comprensione; è più che essere commossi o sconvolti emozionalmente ed è più che il solo parlare della malvagità che c’è dietro gli orribili crimini. Compassione vuol dire pietà e misericordia accompagnati dal desiderio di AIUTARE A CAMBIARE LE COSE.

 DEI VERI SENTIMENTI DI COMPASSIONE CI FANNO AGIRE A FARE QUALCOSA.

Tutto questo è illustrato nei vangeli dalla compassione che Gesù mostrò.

Ad un certo punto Gesù si dipartì per andare nel deserto a pregare. Quando le moltitudini scoprirono dove si trovava, lo seguirono e nella disperazione, portarono a lui gli zoppi, i ciechi, i moribondi, i posseduti. E cosa fece Gesù? La Bibbia ci dice: “E Gesù, smontato dalla barca, vide una grande folla e ne ebbe compassione, e ne guarì gli infermi” (Matteo 14:14). Ecco un esempio di compassione!

Se Gesù avesse agito in base al nostro modo di pensare moderno, avrebbe radunato i suoi discepoli per una riunione o avrebbe provato ad analizzare le problematiche.

Oppure avrebbe potuto dire: “Sono davvero stanco ed ho bisogno di parlare col Padre mio. Sento il vostro dolore ed i discepoli ed Io pregheremo per voi. Adesso, andate in pace”.

Ma Gesù fece più del semplice parlare. I suoi sentimenti di pietà e comprensione lo fecero agire. Egli disse: “FARÒ TUTTO IL POSSIBILE PER FARE LA DIFFERENZA”.

Facciamo attenzione a non permettere ai nostri cuori di DIVENTARE INSENSIBILI E ASSUEFATTI AI BISOGNI DI COLORO CHE CI STANNO INTORNO.

David Wilkerson 

 

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box