Porte Aperte Da donna a Donna “Sun-Hi”

Porte Aperte Da donna a Donna “Sun-Hi”

“Penso che dovrò convivere col pensiero che quelle giovani sorelle in fede si trovino nella valle dell’ombra della morte, ma Dio è proprio là, con loro. Lui è sempre con noi, ovunque siamo”.

Donne come Sun-Hi, non si sono sposate e non hanno cresciuto figli per dedicarsi alla cura dei figli di Dio.

Sun-Hi raggiunge segretamente con la Buona Notizia le donne nordcoreane vittime del traffico di esseri umani in Cina.

Ogni tanto la polizia cinese arresta queste clandestine e le rispedisce al mittente, al regime nordcoreano, che tratta di defettori in modo molto duro.

Sun-Hi non dorme la notte, sapendo a cosa vanno incontro quelle donne: in occasione di un arresto si era offerta in loro vece, perché potessero fare ritorno alle loro famiglie, ai loro figli.

Salmo 23:4 “Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me“.

Questa certezza insieme alla gloriosa speranza, sono le ancore cui aggrapparsi quando condividere il Vangelo può significare la prigione e la morte.

Annualmente raggiungiamo da 150 a 250 donne organizzate in piccoli gruppi in questi contesti di estremo pericolo. L’obiettivo è quello di vedere crescere nuove discepole con un cuore per servire altre donne in Cina e in Corea del Nord. Ci aiuterai?

 

I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box