ERO ANDATA A HOLLYWOOD PER PROPORRE LA MIA MUSICA. ORA ELEVO CANTICI DI GIOIA AL SIGNORE

ERO ANDATA A HOLLYWOOD PER PROPORRE LA MIA MUSICA. ORA ELEVO CANTICI DI GIOIA AL SIGNORE

Immagine: Margo Moritz

(Parte 9-12)

Come una celebre vocal coach ha cambiato il suo modo di fare musica dopo aver incontrato le verità della Scrittura.

Dall’esterno, la mia vita sembrava fantastica. Vivevo in una zona alla moda a Santa Monica, in California, e mi godevo un lavoro fantastico come una delle migliori vocal coach di Los Angeles.

Con quasi un decennio di esperienza ai più alti livelli dell’industria musicale, ho lavorato con major ed ero tra i primi 40 artisti, oltre che a programmi TV di successo come The Voice e Glee. Avevo clienti da tutto il mondo.

Sebbene mi fossi trasferita a Los Angeles per intraprendere una carriera con la mia musica, da qualche parte lungo la strada quel sogno si è perso.

All’epoca non ero cristiana, ma la mia musica ha sempre avuto una forte inclinazione spirituale, e questo semplicemente non era popolare a Los Angeles.

 

Ho fatto musica e l’ho proposta alla gente in tutta la città, ma non ho mai avuto riscontri positivi. Ho affrontato così tante delusioni cercando di trovare un posto per la mia musica che alla fine ho smesso del tutto di cantare e scrivere.

La morte di questo sogno è stato il più grande dolore della mia vita, e i cinque anni che seguirono furono i più sterili dal punto di vista creativo che avessi mai sperimentato.

 

Pregare per vedere la verità

Durante questo periodo arido, mi sono concentrata sulla mia carriera di coach e sono riuscita a trovare pace e gioia temporanee attraverso una megachiesa di Los Angeles per ricercatori “spirituali ma non religiosi”.

La chiesa era transconfessionale, il che mi piaceva. Sono cresciuta con un’educazione religiosa cattolica, ma in seguito ho adottato le credenze orientali su Dio e pratiche come la meditazione.

 

Dopo quasi 20 anni di ricerca spirituale, credevo davvero di aver raggiunto livelli di coscienza più alti della maggior parte delle persone.

Credevo che ci fossero molte strade per arrivare a Dio e i miei pensieri erano inondati di “amore e luce” e altri mantra di pensiero positivo. Tuttavia, quando ho guardato davvero alla mia vita, ho capito che mancava qualcosa.

Nonostante tutta la mia “conoscenza spirituale”, sono finita ripetutamente in relazioni fallite e ho lottato per trovare il vero scopo della mia vita.

 


In questo periodo, diversi membri della mia famiglia sono diventati cristiani nati di nuovo e hanno iniziato a parlarmi di Gesù. Ricordo che uno dei miei fratelli chiamava il mio centro spirituale “satanico”.

All’epoca pensavo fosse pazzo! La parola satanico evocava immagini di persone malvagie che compivano rituali in uno scantinato. Cosa potrebbe esserci di così orribile nel canalizzare amore e luce, raggiungere una coscienza superiore e trovare la guarigione interiore?

Quando mio fratello mi ha chiesto: “Chi pensi che sia Gesù?” Ricordo di aver risposto: “Era un grande maestro spirituale e una delle persone più illuminate che siano mai vissute”. Questo è ciò che mi avevano insegnato tutti i libri spirituali “avanzati”.

La mia filosofia consisteva nel cercare di “vivere come viveva Gesù”. Quando ho spiegato questo a mio fratello, ha detto: “Come puoi vivere come Gesù quando non hai idea di chi sia veramente? Non hai mai letto l’unico libro che ti direbbe chi è.

 


Anche se non potevo confutare quel punto, ricordo di essermi irritata per quello che stava dicendo, e la conversazione non finì bene.

Per un po’ abbiamo smesso di parlare e la divisione spirituale ha cominciato a lacerare la mia famiglia. Sconvolta dal tumulto, mia madre mi suggerì di “pregare per vedere la verità”.

Così ho fatto. Non sapevo bene a chi rivolgere le mie preghiere, poiché credevo in una forza universale di luce e amore, non in un Dio personale. Ciononostante, ho trascorso un anno intero pregando e cercando la verità, e ho anche iniziato a leggere la Bibbia.


Le Scritture mi hanno messo di fronte a molte idee che la mia mentalità new age semplicemente non poteva elaborare, né tanto meno accettare. Ho pregato per ogni sfida, chiedendo a Dio di rivelare tutte le credenze che mi stavano portando a rifiutare ciò che leggevo. Mentre lo facevo, Dio iniziò a rivelare la sua verità in modi che trasformarono radicalmente la mia mente.

Col tempo, sono arrivata a capire che le mie convinzioni più care erano state tutte concentrate su me stessa.

Anche se erano strutturati in modi spirituali, erano orientati, in definitiva, verso l’autorealizzazione e l’auto-aiuto.


Ero consumata dalla necessità di realizzare i miei sogni, raggiungere i miei obiettivi di carriera e creare una vita che mi rendesse felice. Credevo di essere una brava persona e mi circondavo di amici che erano d’accordo con le mie idee.

Ma scoprire la definizione biblica del bene ha mandato in frantumi questa fiducia.

Nonostante tutti i miei anni di ricerca spirituale, alla fine ho visto che non ero capace di essere una brava persona da sola. E ho sentito il bisogno di un Salvatore.

Nel frattempo, Dio mi ha aperto gradualmente gli occhi sulla realtà del male nel mondo.

Per la maggior parte della mia vita adulta, avevo accantonato questa realtà, preferendo le idee di spiritualità positiva, amore e luce.

Di certo non credevo nel Diavolo, che suonava ridicolo quanto credere nella Fatina dei Denti!

Ma giorno dopo giorno, Dio mi ha rivelato il vero stato del mondo, tirando indietro un velo e mostrandomi profondità di oscurità che non avevo mai sondato.

Stavo cercando Dio, ma il Nemico aveva distolto la mia attenzione su una spiritualità contraffatta, una spiritualità che semplicemente non riusciva a comprendere la realtà di un mondo caduto .


Per la maggior parte della mia vita adulta, avevo accantonato questa realtà, preferendo le idee di spiritualità positiva, amore e luce.

Di certo non credevo nel Diavolo, che suonava ridicolo quanto credere nella Fatina dei Denti! Ma giorno dopo giorno, Dio mi ha rivelato il vero stato del mondo, tirando indietro un velo e mostrandomi profondità di oscurità che non avevo mai sondato. S

tavo cercando Dio, ma il Nemico aveva distolto la mia attenzione su una spiritualità contraffatta, una spiritualità che semplicemente non riusciva a comprendere la realtà di un mondo caduto.


 

Anche a questo punto, però, non mi fidavo del Dio della Bibbia. Se ero stata così ingannata per così tanti anni, come potevo fidarmi di qualcosa adesso? Vagavo nel deserto come una pecora senza pastore.

Ho iniziato a frequentare una chiesa locale a Santa Monica, chiedendo a Dio di rivelarsi e pregando che mi portasse fuori dall’oscurità.

Ho frequentato un corso chiamato Alpha per non credenti curiosi del cristianesimo.

Ho fatto un sacco di domande e ho letto molti libri sull’apologetica. Alla fine, ero pronta ad abbandonare finalmente la mia vita a Cristo.

I commenti sono chiusi.
Se sei interessato ad un articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Lo Staff Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box