IL MARITO NON C’È E L’INVERNO È ALLE PORTE

IL MARITO NON C’È E L’INVERNO È ALLE PORTE

Abraham ha 7 anni e vive con la mamma Jina ad Aleppo, in Siria. Era il 15 maggio 2013 quando un gruppo di estremisti ha fermato l’autobus su cui Rober, il suo papà, viaggiava portando via i cristiani a bordo. Un sopravvissuto ha raccontato: “Rober non voleva rinunciare alla sua fede. Ci intimavano di convertirci all’islam, ma noi non volevamo abbandonare il nostro Dio”.

In attesa del ritorno del papà, Abraham e Jina ricevono amore e aiuti da Porte Aperte, per sopravvivere al freddo inverno siriano.

Il piccolo Abraham considera il nonno come un papà. È molto attaccato a lui e lo segue ovunque, al lavoro, in chiesa e al Centro di Speranza di Porte Aperte guidato dal pastore Abdalla, quando va a prendere il cibo per sfamare la famiglia. Abraham aveva poco più di un anno quando Rober, il suo vero papà, è scomparso e da quel momento aveva smesso di parlare. Ci sono voluti quasi 3 anni di terapie perché ricominciasse a comunicare.

Per nessuno è facile trascorrere il periodo delle festività̀ quando manca un membro della famiglia, ma quest’anno Abraham e Jina non dovranno sostenere il peso della tragedia da soli: grazie a te li sosterremo e conforteremo con aiuti pratici e preghiera, dando loro nuova speranza in Gesù̀.

Un nuovo docufilm di Porte Aperte/Open Doors.

Porte Aperte Italia
I commenti sono chiusi
Se sei interessato all’articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box