PORTE APERTE “MOZAMBICO: BENI DI PRIMA NECESSITÀ PER I CRISTIANI LOCALI”

PORTE APERTE “MOZAMBICO: BENI DI PRIMA NECESSITÀ PER I CRISTIANI LOCALI”

La comunità cristiana del Mozambico canta con gioia e riconoscenza a seguito della consegna di aiuti alimentari che i partner locali della missione Porte Aperte hanno consegnato a 328 famiglie, sfollate a motivo della violenza jihadista a Cabo Delgado, provincia a nord est del Paese.

Tra i beneficiari dei pacchi, consegnati lo scorso gennaio, si contavano anche pastori e missionari.

Ogni pacco conteneva:

🧺 Cibo (75kg di mais, 50kg di riso, 5L di olio da cucina, 10kg di fagioli, 5kg di zucchero, 1kg di sale, tè, carbone).

🥣 Utensili da cucina (pentole, padelle, piatti, tazze, posate).

🛌 Biancheria da letto (materassi, lenzuola, coperte, zanzariere, sapone e secchio).

Uno dei beneficiari degli aiuti, Julia di Muidumbi, ha detto: “Questo è un miracolo! Ringrazio Dio per non averci abbandonato e per aver suscitato persone che pensano e si preoccupano di chi nemmeno conoscono“.


close
I commenti sono chiusi.
Se sei interessato ad un articolo controlla che non ci sia il PDF a fine pagina, se no contattaci. Lo Staff Grazie

 

RESTA AGGIORNATO REGISTRATI ALLA NEWSLETTER

Holler Box